GRUPPO DI ROMA


-
Sede: Parrocchia di S.Caterina, via Cilicia, 6 - 00179 Roma; tel. 
   06.77205846, uff. 06.77209622. Parroco: don Umberto Gomez.
   - Assistente spirituale: Padre Antonio Cocolicchio O.P.
   - Basilica Santa Maria sopra a Minerva: P.zza della Minerva, 42 
     00186 Roma; tel. 06.6990339
   -Dottor Aldo Bernabei, Presidente Gruppo di Roma
      via Divisione Torino, 139
     00143 ROMA tel. 06/5003334
     e-mail: aldobernabei@alice.it

°-°-°-°

>25 aprile 2015 Carissimi Soci e amici,
in questa settimana si è concluso felicemente il ciclo dei Mercoledì Cateriniani 2015, con la lettura cateriniana guidata dalla dott. Rosita Casa, membro del Consiglio Direttivo del CISC, e con la partecipazione attiva dei presenti.
Ci prepariamo ora a vivere la festa di santa Caterina, il 29 aprile:  i momenti di questa giornata, qui a Roma, saranno l'omaggio floreale del Comune di Roma al Monumento di santa Caterina presso Castel Sant'Angelo (ore 9.30), la Messa (ore 11.30) di p. Antonio Cocolicchio alla Cappella del Transito (aperta quel giorno dalle ore 10 alle ore 17), e la Messa solenne nella basilica di Santa Maria sopra Minerva (ore 18). Vi allego la locandina con il programma.
All'omaggio floreale sarà presente quest'anno il Vescovo Ausiliare del Settore Centro, mons. Matteo Zuppi, oltre ai rappresentanti dell'Ordine Domenicano e delle associazioni cateriniane. Spero di incontrarvi numerosi. Ci sentiremo particolarmente in sintonia con il Santo Padre, quest'anno, perché l'omaggio floreale si svolgerà contemporaneamente all'udienza di papa Francesco in piazza San Pietro: una sintonia cui ci impegna l'esempio di Caterina!
Vi allego anche il ricordo della possibilità di riservare al CISC il 5 per mille nella denuncia dei redditi: le difficoltà economiche sono di tutte le famiglie, e anche per quanto riguarda il CISC sapete o comunque potete intuire la scarsità di mezzi che, per il taglio dei fondi pubblici destinati agli istituti culturali, penalizza fortemente i progetti e le iniziative che potremmo attivare per promuovere gli studi di argomento cateriniano. Il 5 per mille, le erogazioni liberali (deducibili anch'esse dalle imposte) e anche le tessere di chi fra voi è Socio sono la nostra unica risorsa, perciò vi siamo grati di quel che potete fare per aiutare un'istituzione che, via internet, può raggiungere tante persone in tutto il mondo: tra l'altro stiamo lavorando al nuovo sito web, e vogliamo poi attivarne anche versioni in altre lingue; vi terremo informati!
Buona festa di santa Caterina, cui affidiamo - con fiducia e operoso impegno - la difficile situazione dell'Italia e dell'Europa in un momento storico così complesso e drammatico. Con amicizia - Elena Malaspina

>4 Febbraio 2015
  I nostri Mercoledì Cateriniani si svolgeranno quest'anno nel luogo dell'antico monastero di Santa Caterina in Magnanapoli (Salita del Grillo 37). Saremo gentilmente ospitati dall'Ordinariato Militare.
 
Il 4 febbraio ci sarà il primo incontro e speriamo di ritrovarci numerosi!
  Ci metteremo insieme in ascolto di testi cateriniani che saranno brevemente introdotti e letti da qualcuno di noi,  con la condivisione delle sottolineature dei presenti che vorranno dare il loro contributo alla riflessione comune.
  Ci metteremo così  in ascolto di Caterina a partire dai suoi testi, che ci offriranno suggerimenti fecondi per il cammino della nostra vita.
 
La biblioteca del CISC nel frattempo è sempre a disposizione a piazza Santa Chiara 14, per qualche momento di riposo dello spirito.
                                                                          (Elena Malaspina)
Biblioteca "Giuliana Cavallini"
Centro Internazionale di Studi Cateriniani
Piazza di Santa Chiara, 14
00186 Roma
                                                                     
 

>Mer. 10 dicembre 2014, ore 17.00
   la dott. Kate
řina Ptáčková, terrà una conferenza su Santa Caterina da Siena. L’evento si svolgerà presso il Pontificio Collegio Nepomuceno,
Via Concordia 1, Roma
   >Nota -per il 2015 padre Belloni ha pubblicato il "Calendario di S. Caterina Patrona d’Europa”.Chi desidera acquistarlo può farlo personalmente rivolgendosi a p. Belloni (cellulare: 370 1166246;  angelo.belloni@gmail.com) oppure prenotandolo, entro venerdì 28 novembre a: biblioteca@centrostudicateriniani.it, e ritirarlo personalmente presso la sede del Centro Internazionale di Studi Cateriniani (P.zza di S. Chiara, 14; tel. 066864408) appena disponibile.Costo calendario euro 1,50; il ricavato andrà a finanziare la Missione domenicana in Guatemala
http://mysticreader.wix.com/guatemala (f.toGiovanna Catalano)
Biblioteca "Giuliana Cavallini"
Centro Internazionale di Studi Cateriniani
Piazza di Santa Chiara, 14
00186 Roma 
  
www.centrostudicateriniani.it

                                                °-°-°-°

- Centro  Internazionale di Studi Cateriniani: via Appia Antica, 226 - 00178 Roma 
    (tel. 06.784411; fax. 06.78441124).
www.centrostudicateriniani.it/5/5.html
    >C.F del CISC - destinazione 5 per mille: 80246970588
    - 
Presidente: Prof.ssa Diega Giunta.
   - Edizione Quaderni Cateriniani
(p.za Santa Chiara 14, Roma)
   - Biblioteca: P.za S.Chiara, 14 - 00186 Roma (tel/fax 06.6864408); 
                     e.mail:
cnsc.biblioteca@libero.it
   - Lunedì Cateriniani: ore 18.00 (nella sede della Biblioteca 
     Cateriniana, in P.za S. Chiara 14, 1° piano -presso la casa dove 
     abitò Caterina nel suo soggiorno romano)
   - erogazione tramite bonifico bancario: Codice IBAN: 
     IT71E0103003241000000055879 Monte dei Paschi di Siena 
     intestato a: Centro Internazionale di Studi Cateriniani, Piazza di S. 
     Chiara, 14, 00186 - Roma

°-°-°-°

Comunicazione:

     >Sabato 15 novembre 2014 alle ore 19 si svolgerà nel salone del chiostro di S. Maria sopra Minerva una serata di letture cateriniane con intermezzi musicali 
I Mercoledì Cateriniani 2015 cominceranno in febbraio e non in gennaio, e saranno i seguenti:
4, 11 e 25 febbraio, 4, 11, 18 e 25 marzo, 15 e 22 aprile.
     Nel frattempo fra Antonio Cocolicchio O.P. ci segnala che il 24 novembre e il 22 dicembre, sempre alle ore 18, nella Parrocchia di Santa Caterina celebrerà la Santa Messa e terrà, subito dopo, un incontro sulla figura e la spiritualità di Caterina.
Altri incontri seguiranno, con cadenza mensile.
Un'iniziativa importante, fortemente voluta da lui e dal nostro Socio Benemerito dr. Aldo Bernabei, per promuovere la conoscenza di Caterina nell'ambito di una Parrocchia (dotata ora di una nuova chiesa) intitolata alla Santa che è anche Patrona d'Italia e di Roma.
Mentre tanti sono i problemi e le necessità del mondo, Caterina ci renda sempre più appassionati di Dio e partecipi del Suo desiderio della salvezza di tutti i Suoi figli, nella Chiesa!
Con amicizia Elena Malaspina

Biblioteca "Giuliana Cavallini"
Centro Internazionale di Studi Cateriniani
Piazza di Santa Chiara, 14
00186 Roma

                             

 >21 Febbraio 2014  - Comunicazione 
   Alla cortese attenzione di tutti i Soci e gli Amici del Centro Internazionale di Studi Cateriniani
   A quest'epoca dell'anno, negli anni passati, avevate già ricevuto il programma degli storici "Mercoledì Cateriniani", cicli di conferenze o seminari (esperienza anche del 2013) che dal 1968 hanno accompagnato e caratterizzato  l'attività scientifico-culturale del nostro Centro di Studi.
   La storia dei "mercoledì" ha conosciuto una sosta forzata di due anni per motivi del tutto imprevisti nel corso degli novanta del secolo scorso. La sosta di questo 2014 è stata suggerita dalla mole di impegni, prevista ed ora in corso, dovuta a due grandi eventi che stanno per celebrarsi nel corso di questo 2014 e dei quali si informa sia per sollecitare la vostra partecipazione sia per dirvi come la direzione e il personale del Centro Studi sia tutta concetrata in una impresa un po' "grossa".
   Si tratta delle manifestazioni relative all'approssimarsi del decimo anniversario della morte (29 marzo 2004-2014) della prof. Giuliana Cavallini, che molti di voi hanno conosciuto e che gli studiosi di s. Caterina da Siena apprezzano per i suoi molti studi e pubblicazioni cateriniane, e dell'approsimarsi del 75° anniversario (18 giugno 1939-2014) della proclamazione dei Santi Compatroni d'Italia, Francesco d'Assisi e Caterina da Siena, da parte di SS. Pio XII.
   Eventi di diversa portata e pur tutti due estremamente importanti per il nostro Centro di Studi.
   Le fondamenta e la crescita del CISC dal 1968 in poi si devono all'azione intelligente e alla dedizione di Giuliana Cavallini; dalla sua scomparsa ad oggi si è continuato sul solco tracciato, e non  passivamente.
   Il 75° dei SS. Compatroni d'Italia: quanto al riconoscimento di s. Caterina da Siena molto si adoperarono i fondatori del nostro Centro di Studi - il comm. Mario Felice Bianchi, il senatore Giovanni Carrara, la prof. Luigia Tincani, ecc., assieme all'Ordine Domenicano.
   L'evento Cavallini si articolerà in due momenti: il 28 marzo 2014: presentazione dell'ultimo volume della collana Bibliografia analitica di S. Caterina da Siena, voluta proprio dalla Cavallini, e unica nel suo genere: a nessun santo, infatti, è stata dedicata una pubblicazione del genere; ovviamente a presto avrete il programma;
-in autunno un convegno
, durante il quale si presenterà un volume in due tomi che raccoglie tutti gli scritti della Cavallini, relativi a conferenze, partecipazioni a convegni, articoli su quotidiani o riviste, la cui elaborazione e stampa è in corso; il programma sarà inviato in tempo utile.
   L'evento 75° dei SS. Compatroni
: ne sono promotori gli Ordini Francescano e Domenicano, il Centro Studi fa parte del Comitato organizzativo; si avranno tre grandi manifestazioni: un concerto, una mostra e un convegno. Ovviamente vi si terrà informati su ognuna di esse.
   Non vorrei essere molto lunga, per rischiare di non essere letta, tuttavia prima di chiudere, mi permetto di far presente ai Soci e a chi degli Amici stesse pensando a diventarlo che per il rinnovo della tessera annuale (sempre € 25,00; per i giovani € 10,00) la sede del CISC è aperta con il solito orario: lunedì, mercoledì e venerdì ore 9-13martedì e giovedì ore 9-17.  Per chi fosse interessato a farlo con un versamento, scrivere al nostro indirizzo e-mail. Sempre lo stesso il tel. e il fax: 06 686.44.08.
   Grata ad ognuno per l'amore verso s. Caterina da Siena, che vi tiene interessati al quanto il nostro Centro di studi, porgo i più cordiali saluti
                                                                                                         Diega Giunta
   PS: permettetemi ancora un'informe: nel programma dei "Mercoledì Cateriniani 2013" era previsto per il 10 ottobre un concerto con letture cateriniane presso la basilica di S. Maria sopra Minerva. C'è stato ed riuscito molto bene. C'era un buon pubblico, ma ho notato ben pochi di voi. Il domenicano Fra Angelo ha provveduto alla registrazione, chi fosse interessato può acquistare il CD presso la basilica minervitana.

-°-°-°-

Mercoledì 8 maggio 2013
Arciconfraternita di Santa Caterina da Siena
Associazione Internazionale dei Caterinati
Centro Internazionale di Studi Cateriniani
Provincia Romana di S. Caterina da Siena dell’Ordine dei Frati Predicatori
Minoritica Provincia Romana dei Ss. Apostoli Pietro e Paolo  
 in collaborazione con l’Ufficio Pastorale Scolastica del Vicariato di Roma  
I° Seminario di Studi  
I Santi Patroni d’Italia
Francesco d’Assisi e Caterina da Siena:  
attualità e luoghi romani

 ore 16,00    Saluti  Prof. Diega Giunta - P. Antonio Cocolicchio OP - Don Filippo Morlacchi

 ore 16,15    Introduzione ai lavori -  Dr. Paolo Vannoni

 ore 16,30    S. Caterina da Siena e Roma -  Prof. Manuela Miocchi

 ore 17,00    S. Francesco d’Assisi e Roma -  P. Stefano Sarro OFM

 ore 17,30    Pausa

 ore 17,45    Come parlare dei Santi Patroni a scuola: metodi, sussidi didattici
                     
e proposte di ricerca Dr. Rosita Casa

 ore 18,15    Interventi dei partecipanti

 ore 18,45    Visita  alla Cappella del Transito e conclusioni

 Al termine del Seminario verrà rilasciato, su richiesta, un attestato di partecipazione.

  Per ragioni organizzative si prega di comunicare la propria adesione a:

Centro Internazionale di Studi Cateriniani  -  Piazza di Santa Chiara, 14, p. 1° - 00186 Roma -Tel. e fax: 06.6864408

e-mail: biblioteca@centrostudicateriniani.it  – Sito internet: www.centrostudicateriniani.it

www.arciconfraternitasantacaterina.it;  www.santacaterinadasiena.org

www.domenicanisantacaterina.it; www.fratipalatino.org

   >>                

                               Parlamewnto Italiano

                       Legge 10 febbraio 2005, n. 24

"Riconoscimento del 4 ottobre quale solennità civile e giornata della pace, della fraternità e del dialogo tra appartenenti a culture e religioni diverse, in onore dei Patroni speciali d’Italia San Francesco d’Assisi e Santa Caterina da Siena"

pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 50 del 2 marzo 2005

Art. 1.

    1. All’articolo 1 della legge 4 marzo 1958, n. 132, sono apportate le seguenti modificazioni:

        a) al primo comma, dopo le parole: «solennità civile» sono inserite le seguenti: «e giornata della pace, della fraternità e del dialogo tra appartenenti a culture e religioni diverse,»;

        b) dopo il primo comma è aggiunto il seguente:

    «In occasione della solennità civile del 4 ottobre sono organizzate cerimonie, iniziative, incontri, in particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, dedicati ai valori universali indicati al primo comma di cui i Santi Patroni speciali d’Italia sono espressione».
    2. Dall’attuazione della presente legge non devono derivare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.

                                            
°-°-°-°

 

        26 maggio 2012 -Invito Anniversario Luigia Tincani

     Cari Soci e Amici del Centro Internazionale di Studi Cateriniani,

mi sembra doveroso da parte di questo Centro Studi invitarvi all'incontro che annualmente ricorda la persona e l'opera della Venerabile Luigia Tincani, anima grande di domenicana e di cateriniana, che è da considersi la seconda fondatrice della nostra Associazione.

     Negli anni '60 dello scorso secolo se non avesse accettato la direzione dell'allora Centro Nazionale di Studi Cateriniani, non so se la nostra Associazione sarebbe sopravvisuta di molto al suo fondatore, il colonnello Mario Felice Bianchi.

La Tincani oltre ad esserne stata la Presidente dal 1968 al 1976, si preoccupò che il Centro Studi avesse una propria sede, una biblioteca specialistica, ecc. L'avere affidato poi la conduzione del Centro Studi a Giuliana Cavallini fu un'altra delle sue felici scelte.

     Grata per l'attenzione che darete all'invito anche con la vostra presenza, vogliate gradire con i più cordiali saluti l'augurio di un buon mese mariano .

                                                                                                                (Diega Giunta)

                                                    °-°-°-°

                                Insieme per l’Europa- 2012                             
Roma, Piazza del Campidoglio

Sabato 12 maggio 2012, ore 15.30 - 18.00

Una testimonianza di Associazioni e Movimenti di diverse Chiese e Comunità cristiane uniti per la costruzione di un’Europa più fraterna e aperta al futuro.

Programma:

15.30 Saluti e presentazione

15.45 Discorso introduttivo sul tema “Roma per l’Europa”

16.00 Tavola rotonda sulla Famiglia/interviste e testimonianze

16.30 Immigrazione, Integrazione e Dialogo

17.00 1° collegamento internet con Bruxelles

17.10 Bene comune ed economia equa

17.50 2° collegamento con Bruxelles per il messaggio conclusivo

18.10 Conclusione

I giovani proseguiranno fino alle 20 con musica e testimonianze.

Contemporaneamente, si svolgerà una manifestazione per i ragazzi fino ai 16 anni nella vicina Piazza della Consolazione.

Comitato promotore:

Azione Cattolica I Associazione Int.le Caterinati I Comunità di Sant’Egidio I Comunità Gesù Risorto I Comunità Nuovi Orizzonti I Comunità V Dimensione I Comunità Vittoria di Dio I Cursillos de Cristianidad I Équipes Notre Dame I Istituzione Teresiana I Movimento dei Focolari I Movim. per un Mondo Migliore I Regnum Christi I Rinnovamento nello Spirito Santo I Turris Eburnea

     ASSOCIAZIONE NUOVE VIE  PER UN MONDO UNITO

°-°-°-°

Giovedì. 27 ottobre 2011  
PONTIFICIO COMITATO DI SCIENZE STORICHE

MemorieDomenicane-Ordine dei Frati Predicatori- Provincia Romana- Centro Internazionale Studi Cateriniani

 

                “VIRGO DIGNA COELO” -Caterina e la sua eredità

Convegno Internazionale in occasione del 550°Anniversario della canonizzazione di Santa Caterina da Siena (1461-2011):

Roma, Complesso di S. Maria sopra Minerva (piazza della Minerva 42)

Ore 9,00 -Saluti delle Autorità

Prima sessione

SANTITA’, MISTICA E PROFEZIA

Gabriella Zarri -Università degli Studi di Firenze

Prolusione

Agostino Paravicini Bagliani

Presidente della Società Internazionale per lo studio del Medioevo Latino – PCSS

Caterina e il Papato

Sofia Boesch

Università degli Studi di Roma Tre – CESA (Centro Europeo di Studi Agiografici)

Caterina da Siena nella storiografia

-pausa caffè

Ore 11,30

Francesco Santi

Università degli Studi di Cassino – FEF (Fondazione Ezio Franceschini, Firenze)

Caterina e il rinnovamento della teologia

Alessandra Bartolomei Romagnoli

Pontificia Università Gregoriana

La discussione sulle stimmate

Elena Brizio

The Medici Archivi Project, Florence

Caterina e le leggi

Seconda sessione

IL PROCESSO DI CANONIZZAZIONE

Ore 15,00

Giulia Barone

Sapienza-Università di Roma

Modelli di santità femminile nei processi di canonizzazione fra Trecento e Quattrocento

Silvia Nocentini

Fondazione Ezio Franceschini, Firenze

La Legenda maior di Raimondo da Capua: una eredità condivisa

Fernanda Sorelli

Università degli Studi di Padova

Tommaso Caffarini e il Processo Castellano

Ore 16,30

Luciano Cinelli O.P.

Direttore di Memorie Domenicane

Il Processo Castellano: studio prosopografico

Concetta Bianca

Università degli Studi di Firenze

Caterina e Pio II

Venerdì 28 ottobre 2011

Roma, Complesso di S. Maria sopra Minerva

Terza sessione

CATERINA NELLA STAGIONE DELLE OSSERVANZE

Ore 9,00

Paolo Nardi

Università degli Studi di Siena – PCSS

Caterina e Siena

Carlo Delcorno

Alma Mater Studiorum – Università di Bologna

La memoria di Caterina nei sermoni dell’Ordine dei Predicatori

Pierantonio Piatti

Officiale Pontificio Comitato di Scienze Storiche

Caterina e gli Ordini religiosi

pausa caffè

ore 11,30

Isabella Gagliardi

Università degli Studi di Firenze

Caterina e l’Osservanza domenicana: il rinnovamento del secondo Ordine

Mario Sensi

Pontificia Università Lateranense – PCSS

Dalle Mantellate al Terz’Ordine domenicano: la regola di Munio de Zamora

Quarta sessione

LA MEMORIA DI CATERINA IN ETA’ MODERNA E CONTEMPORANEA

Ore 15,00

Gianni Festa O.P.

Il modello cateriniano nelle leggende agiografiche femminili domenicane

Fausto Arici O.P.

Ambrogio Catarino, teologo e agiografo

Alessio Assonitis

Memorie Domenicane

L’eredità cateriniana nel movimento savonaroliano. Il caso di San Silvestro al Quirinale

pausa caffè

Ore 16,30

Sabrina Stroppa

Università di Torino

Caterina nella mistica del ‘500 e del ‘600

Anna Scattigno

Università degli Studi di Firenze

Caterina e la tradizione letteraria dell’epistolario femminile

 

Sabato 29 ottobre 2011

Siena, Archivio di Stato (via Banchi di Sotto, 52)

Ore 11,00

Inaugurazione della Mostra documentaria su Caterina da Siena e il Processo di Canonizzazione:

Saluti delle Autorità:

Sindaco di Siena; S.E.R. Antonio Buoncristiani, Arcivescovo di Siena; Rev.mo P. Bernard Ardura, Presidente del Pontificio Comitato di Scienze Storiche; Prof. Paolo Nardi, Priore generale dell’Associazione Internazionale dei Caterinati

Tavola rotonda animata da:

Dott.ssa Carla Zarrilli, Direttrice Archivio di Stato di Siena; P. Dr. Luciano Cinelli O.P., Direttore di Memorie Domenicane, Prof. Giovanni Minnucci Università degli Studi di Siena; Prof. Franco Cardini, Università degli Studi di Firenze

Convento di S. Domenico, Sala del Capitolo

Quinta sessione

CATERINA NELL’ARTE

Ore 15,30

Antonio Paolucci

Direttore dei Musei Vaticani

Introduce e  modera

Diega Giunta

Presidente del Centro Internazionale di Studi Cateriniani – Roma

Iconografia cateriniana: tipologie, committenza, aree di diffusione

Michele Bacci

Università degli studi di Siena

L’immagine di Caterina nell’iconografia medievale

Raffaele Argenziano

Università degli Studi di Siena

L’immagine di Caterina a Siena

Martine Boiteux

EHESS, Paris-Rome

L’immagine di Caterina nell’iconografia moderna

Vitaliano Tiberia

Presidente della Pontificia Insigne Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon

La basilica di Santa Maria sopra Minerva e la tomba di Santa Caterina

Anna Benvenuti

Università degli Studi di Firenze

Conclusioni

 

°-°-°-°

> 2004 - 3 ottobre - I Caterinati si sono riuniti a Roma nel quinto anniversario della proclamazaione di Santa Caterina a Compatrona d'Europa, per commemorare la figura della professoressa Giuliana Cavallini e per riflettere sul tema "Caterina santa degli europei. I Caterinati si interrogano".  L'incontro si è tenuto nella Basilica di Santa Maria sopra Minerva, nella sala capitolare.

> 2008 - 29 aprile - Festa di S. Caterina al Monumento presso Castel Sant'Angelo; 17 maggio - Commemorazione del I° Centenario della  ascita di Giuliana  Cavallini (n.1908); 29 ottobre - 630° anniversario dell'arrivo a Roma di S.Caterina da Siena.  A ricordo della storica udienza di papa Urbano VI a Caterina da Siena.

>
Mercoledì Cateriniani 2011 -PROGRAMMA 
-16 febbraio: Caterina da Siena, Dottore della Chiesa - prof Francesco Sisinni 
  Direttore Generale per i Beni Culturali e Ambientali e per i LLPP a r. 
-23 febbraio: La dimensione dottrinale nella iconografia cateriniana - prof Diega  
  Giunta Presidente del Centro Internazionale di Studi Cateriniani 
-2 marzo:  Verità dell'uomo e coerenza della vita -prof Francesco D'Agostino 
  Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"
-16 marzo:  Un'etica sociale -  prof Laura Palazzani Libera Università "Maria Ss. 
  Assunta" 
-23 marzo: La giustizia come virtù universale - prof Paolo Nardi Università degli 
  Studi di Siena 
-30 marzo: La famiglia: prima responsabilità dell'amore - prof Giuseppe Dalla Torre 
  Magnifico Rettore della Libera Università "Maria
Ss. Assunta" 
-6 aprile: Economia solidale – prof. Stefania Cosci Libera Università "Maria SS.. 
  Assunta" 
-13 aprile: Cittadinanza e bene comune: per una politica non settaria – prof. Rocco 
  Pezzimenti Libera Università "Maria
SS.. Assunta" 
29 aprile  -Festa di S. Caterina da Siena 
  >Monumento -presso Castel Sant' Angelo 
-ore l O: Omaggio flore aIe del Comune di Roma 
  >Cappella del Transito Piazza di S. Chiara, 14 -Apertura: 
-ore 10-17 S. Messa: ore 11,30
  >Basilica di S. Maria sopra Minerva ore 18: Messa solenne con partec ipazione ed 
  omaggio dell' Amministrazione Capitolina

-°-°-°

                        Anno scolastico 2009– 2010
CONCORSO NELLE SCUOLE - BANDO DI CONCORSO TRA GLI INSEGNANTI DELLE SCUOLE SECONDARIE DI II° GRADO -
“Un’ Anima per l’Europa " 
- Per una Europa cosciente delle sue radici cristiane: la memoria del passato, l’esperienza del presente, la speranza del futuro.
>> vedi pagina Conferenze, Concorsi, Borse di studio

> 3 giugno 2010 - GRADUATORIA FINALE Concorso nelle scuole: Un’Anima per l’Europa ( anno scolastico 2009/2010)
                             Roma, Giovedì  3  giugno 2010

     Dopo quattro giornate di lavoro, si è riunita oggi a Roma, 3 Giugno 2010, la Commissione Nazionale del Concorso tra gli Insegnanti delle Scuole Secondarie di II° Grado: “Un’Anima per l’Europa”, per determinare la graduatoria dei “lavori” pervenuti (n.21 lavori provenienti da 12 regioni italiane, con il coinvolgimento di n.46 insegnanti e n.451 studenti).
    
La Commissione, presieduta dal Prof. Giancarlo Boccardi, Presidente del Comitato Nazionale, composta inoltre da:
-Prof. Paolo Nardi, Priore Generale dell’Associazione Internazionale dei Caterinati
-Prof.ssa Diega Giunta, Presidente del Centro Internazionale di Studi Cateriniani
-Prof.Francesco Antonetti,Presidente della Confederazione delle Confraternite delle 
  diocesi d’Italia
-Dr. Paolo Vannoni, Governatore della Confraternita di S. Caterina da Siena in Roma
-Prof.ssa Gerarda Schiavone, Vice Preside Istituto Scienze Religiose “Mater 
  Ecclesiae”
-Prof. Giuseppe Cicolini, già Ispettore Centrale del Ministero della Pubblica Istruzione
-Dr. Aldo Bernabei, Presidente del Gruppo Romano dell’Associazione Internazionale 
  dei Caterinati; 
ha deciso, all’unanimità, l’assegnazione dei premi (art.8 del bando di concorso), come segue:
> PRIMO PREMIO EX AEQUO (euro 1000,00) : -Roma :  Liceo Artistico Via di 
  Ripetta:
Ricerca condotta sulle Tavole del Liber Figurarum di Gioacchino da Fiore per indagare, riflettere e consapevolmente rielaborare, con gli strumenti
delle arti visive, la simbologia iconografica di un testo significativo della mistica occidentale. N.13 tele( cm 60x80) ispirate alle tavole del “Liber Figurarum”+ n.1 CD-rom.
 *Insegnante promotore: prof.ssa Roberta Filippi ( Discipline plastiche ed Educazione 
    Visiva).
 *Studenti coinvolti: n.69 (n.3 classi).
> PRIMO PREMIO EX AEQUO (euro 1000,00) : -Pesaro : Liceo Scientifico “G. Marconi”: Ricerca interdisciplinare intitolata “Il volo di Ulisse: dignità o superbia della ragione?”  N.1 elaborato scritto contenente una documentazione iconografica + n.1 DVD.
 *Insegnante promotore: prof.ssa Paola Campanini (Italiano e Latino);
 *Insegnante aderente: prof.ssa Giovanna Coltorti 
(Storia dell’Arte);
 *Studenti coinvolti: n.27  (n.1 classe).
> SECONDO PREMIO EX AEQUO (euro 750,00):-Racconigi (Cuneo): Istituto di Istruzione Superiore: “Maurizio Eula”Savigliano- Liceo Scientifico Statale  Ricerca sul” pellegrinaggio”, considerato nelle sue peculiarità culturali e spazio temporali riferite all’Europa:  N.1 lavoro cartaceo +n.1 CD +n.1 lavoro artistico:      trittico denominato”Il pellegrinaggio”.
  *Insegnante promotore: prof.ssa Camilla Bragatto ( Disegno – Storia dell’Arte);
  *Insegnanti aderenti: prof.ssa Roberta Biginelli (Storia e Filosofia), prof.ssa Maria 
    Grazia Calcagno (Italiano), prof.ssa Silvana Gallo (Ins. Religione  Cattolica) 
    (I.R.C.)        
 
*Studenti coinvolti: n23 (n.1 classe).
> SECONDO PREMIO EX AEQUO (euro 750,00): -Vicenza : Istituto Industriale Statale “A.Rossi”: Ricerca finalizzata ad individuare tracce, presenze, testimonianze e realtà che raccontano la storia e l’influsso del Cristianesimo nelle tradizioni e nella cultura del territorio vicentino. N.1 DVD in cui sono contenute le ricerche degli degli studenti e la sintesi di cinque interviste ad  altrettanti esperti nei rispettivi ambiti.                                                                                                                     *Insegnante promotore: prof.ssa Maria Grazia Vignaga (I.R.C.)
  *Studenti coinvolti: n.23 (n.1 classe).
> TERZO PREMIO EX AEQUO (euro 500,00): -Colleferro (Roma): Liceo Linguistico “G. Falcone”: Elaborato scritto della docente (Lezione di    “fenomenologia empatica” di Edith Stein) + elaborati scritti degli studenti ( Le radici cristiane nel pensiero   filosofico”; “il Rinascimento e le grandi committenze tra sacro e profano”; La Basilica di S. Pietro, sede della Cristianità”;“I grandi testimoni di pace:Wojtyla e Gandhi”).
 *Insegnante promotore: prof.ssa Maura Posponi  (Filosofia e Storia)
 *Insegnanti aderenti: prof.ssa Maricia D’Emilia  (I.R.C.), prof.ssa Manuela 
   Frasca(Storia dell’Arte), prof.ssa Patrizia Gazzilli (Francese), prof.ssa Maria
                
   Rosaria Caccioppoli ( Inglese).
 *Studenti coinvolti: n.5 ( n.1 classe).
> TERZO PREMIO EX AEQUO ( euro 500,00): -Vittoria (Ragusa) : Ist. Stat. Magistrale “G.Mazzini”: Ricerca, con elaborato scritto, su:   Comparazione tra “ le Carte Europee e il Nuovo Testamento”; “Percorso artistico: analisi di alcuni simboli dell’Europa Unita”; “Percorso sociologico: analisi e ricerca su alcuni Santi locali( indagini tramite questionari/interviste)”.
 *Insegnante promotore: prof.ssa Viviana Assenza (I.R.C.)
 *Insegnanti aderenti: prof.ssa Albina Galesi(I.R.C.), prof.ssa Antonella Giardina 
   (Filosofia- Sociologia),
prof.ssa Concetta Giudice (Arte).
  *Studenti coinvolti: n.22 (n.2 classi) .
    
    
La Commissione informa che la consegna dei premi ai vincitori avrà luogo a Roma, in data da definire,  presumibilmente nel periodo Ott/Nov. 2010, in occasione dell’incontro delle Confraternite d’Italia, originariamente previsto in Giugno, con il S.Padre; gli aventi diritto  (insegnanti promotori ed aderenti e una rappresentanza di n.2 studenti per istituto) saranno tempestivamente avvertiti.
     La Commissione rileva che tutti i “lavori” pervenuti sono di notevole livello e si augura che tale esperienza possa essere ripetuta dai promotori anche nei prossimi anni; ringrazia gli insegnanti e gli studenti che vi hanno aderito, i Dirigenti Scolastici che l’hanno favorita e le Confraternite che l’hanno sostenuta; informa che a tutti sarà inviato un “attestato di partecipazione”.
     La seduta della Commissione Nazionale, iniziata alle ore 10,30, è terminata alle ore 17.30.
   

> Caterina e l'arte (da Luoghi cateriniani di Roma, di Giuliana Cavallini 
                                   e Diega Giunta, ed. Centro Nazionale Studi Cateriniani, 2000)
:
  
- Roma, S.Maria Nova, Monumento sepolcrale di gregorio XI: Il trionfo del Papa alla 
      sua Sede
, di Pier Paolo Olivieri;
    - Lugano, Fondazione Thyssen-Bornemisza: Caterina parla a Urbano VI e ai Cardinali
      di  Giovanni di Paolo;
    - Anversa: Il sangue di Caterina placa i ribelli, incisione di Cornelis Galle (1603);
    - Roma: Morte di Caterina, di Giovanni di Paolo (collezione privata);
    - Roma, S.Maria sopra Minerva, Cappella Capranica: Calca di devoti presso il feretro di 
      Caterina
, di Giovanni de' Vecchi (1573-1575). 
      Ultimamente è avvenuta la scoperta di una Madonna di Donatello, vero capolavoro che  
      apparteneva al monumento sepolcrale di S.Caterina in S.Maria sopra Minerva, ora di 
      proprietà privata (da: "Patrona" n. 3 lug.set. 2005, L.Fatichi);
    - Roma, Cappella Capranica: sei pannelli con Episodi della vita di S.Caterina, di G. de' 
      Vecchi;
    - Roma, basilica S.Maria: in sagrestia: sacello di S.Caterina;
    - Roma, Cappella del Transito: sopra l'altare un olio su tela (1638) della scuola del 
      Cavalier d'Arpino, presenta la Santa in orazione (estasi); sulle pareti laterali: dipinti che 
      richiamano episodi della vita (Caterina dona la sua crocetta d'argento a un povero; 
      sceglie per sé la corona di spine; ha una visione dell'eterno Padre tra Cristo e san 
      Domenico del XVII sec; riceve le stimmate; scambia il suo cuore con quello di 
      Cristo); nella parete sinistra: Figura della Santa assorta nella contemplazione, dipinto di 
      ArcangeloLongo (1980);
    - Roma, Chiesa S.Silvestro al Quirinale: Caterina riconcilia con Urbano VI i romani insorti  
       e Sposalizio Mistico, di Polidora da Caravaggo;
    - Roma, Chiesa S.Caterina da Siena, in via Giulia, Ritorno di Gregorio XI alla sua Sede, di 
      L.Pécheux;
    - Roma, Chiesa S.Caterina dottore della Chiesa: cappella di S.Caterina dottore della 
      Chiesa
, di R.Kostner;
    - Roma, Castel Sant'Angelo: monumento sul bastione S.Caterina da Siena, di 
       F.Messina;
    - Roma: S.Caterina da Siena pellegrina, di D.Caprai (collezione privata);
    - Roma:  S.Caterina detta le sue lettere, bozzetto di F.Messina (collezione privata);

>Centro Internazionale di Studi Cateriniani di Roma 
     Estate tempo di vacanze e di riposo, ma anche momento per accostarsi a buone letture con un po’ di calma senza l’assillo delle tante cose da fare. Vogliamo segnalare due libri editi dalla casa editrice Nerbini di Firenze per conto del Centro Internazionale di Studi Cateriniani di Roma. Sono due testi che  ci parlano di Santa Caterina da Siena, illustrandone la sua modernità e attualità. 
     Il primo si intitola: “La donna negli scritti cateriniani – dagli stereotipi del tempo all’infaticabile cura della vita”. La grande fede di Caterina fu per lei uno strumento che le fece superare le difficoltà che una donna del suo tempo trovava nella società dell’epoca. Il volume contiene saggi di autorevoli studiosi, sia della Santa senese, che dell’epoca in cui lei è vissuta. Alla prefazione della professoressa Diega Giunta, Presidente del Centro Studi si aggiungono saggi del professor Francesco Sisinni che analizza il ruolo della donna nel Trecento, di Adriana Valerio che affronta il tema del ruolo pubblico delle mistiche italiane fino al concilio di Trento; di Alessandra Bartolomei Romagnoli, insignita del diploma di Caterinato d’onore a Siena, durante i lavori del convegno dell’ottobre scorso dal titolo “Virgo digna coelo”,  che ha trattato il tema della maternità come gestazione in Santa Caterina da Siena; mentre Maria Grazia Bianco ha parlato di due donne Luigia Tincani e Adriana Oddasso Cartotti che nel Novecento, hanno rivissuto la spiritualità e l’azione apostolica di Caterina. Sofia Boesh Gajano ha trattato il ruolo svolto da Giuliana Cavallini e il grande contributo che ella ha dato agli studi cateriniani. Rita Fresu affronta invece la questione femminile attraverso la lingua degli scritti di Santa Caterina, soffermandosi sul problema del gender (genere) nei testi antichi. Laura Provera, da volontaria della Croce Rossa, affronta il problema della difesa della vita nel contesto di una società violenta, mettendo in risalto come Caterina, proclamata protettrice delle infermiere volontarie nel 1943 da Pio XII, ricalchi appieno gli impegni che una crocerossina prende e cioè: “Ama, Conforta, Lavora, Salva”. Antonio Volpato tratta del rapporto tra il pellegrinaggio in Terrasanta, “il santo passaggio”  e le donne. Il libro si conclude con un saggio dell’Ordinario Militare, monsignor Vincenzo Pelvi sul sacerdozio ministeriale negli scritti di Santa Caterina da Siena, argomento che offre lo spunto per un altro intervento di riflessione di Diega Giunta. Il libro associa il rigore scientifico alla facilità di lettura.
     L’altro libro, un po’ più per addetti ai lavori, sempre edito da Nerbini, ha come titolo: “Il servizio dottrinale di Caterina da Siena”, è anch’esso a cura del Centro Internazionale di Studi Caterinani con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Questo volume, ospita alcuni testi in lingua originale dei vari autori dei saggi, ed è un invito, rivolto da teologi domenicani, di vari Paesi e di diversa esperienza, ad attingere da Caterina da Siena una rinnovata ispirazione a servizio della verità che è Cristo. Il volume inizia con la prefazione del cardinale francese Georges Cottier per poi proseguire con Gilles Berceville con il suo saggio in francese dal titolo: “La proclamation de Sainte Catherine Docteur de l’Eglise: une approche de théologie historique; Thomas Mc Dermott, domenicano e caterinato, invece tratta il tema: Catherine of Siena: Doctor of Communion. Pedro Fernandes Rodriguez affronta l’antropologia cristiana en Santa Catalina de Sena. Il saggio in italiano è a cura di Padre Bernardino Prella ed ha per titolo: “Il mistero della giustizia misericordiosa di Dio. Riflessioni su testi di San Tommaso d’Aquino e Santa Caterina da Siena”; Roger Houngbédji titola il suo saggio: “Sainte Catherine de Sienne, modèle de l’écoute dans l’oeuvre de justice et de paix ed infine Carlos Josaphat Pinto de Oliveira affronta il tema dell’emancipazione femminile con: “Santa Catarina de Sena. Contemplaçao apostolica e emancipaçao da mulher”.  Il libro contiene anche alcuni documenti importanti sul dottorato cateriniano. Due testi di Paolo VI: Santa Caterina da Siena Dottore della Chiesa e la lettera apostolica “Mirabilis in ecclesia Deus”. Contiene inoltre un documento di Giovanni Paolo II: “Nel XXV anniversario del Dottorato si S. Caterina da Siena. Lettera a mons. Gaetano Bonicelli, Arcivescovo di Siena”, e un saggio di Giuliana Cavallini nel XXV anniversario del riconoscimento a S. Caterina da Siena del titolo di Dottore della Chiesa universale.         (Franca Piccini)

 

 


Notizia di cordoglio:
     Roma, il 29 marzo 2004 ci ha lasciato la Prof.ssa Giuliana CAVALLINI, direttrice del Centro Nazionale di Studi Cateriniani di Roma. Con lei scompare una figura di illustre studiosa ed una autorità in fatto di studi sul pensiero e l'opera di Santa Caterina da Siena.
     
(Da Toscana Oggi dell'11 aprile 2004) «Roma, è scomparsa Giuliana Cavallini. La sera del 29 marzo scorso si è spenta a Roma, all'età di 96 anni, la professoressa Giuliana Cavallini, direttrice del Centro Nazionale di Studi Cateriniani di Roma. Apparteneva all'Unione delle Missionarie della Scuola di Santa Caterina da Siena, l'ordine religioso fondato dalla madre Luigia Tincani. Giuliana Cavallini ha fatto dello studio delle opere di Santa Caterina da Siena il perno sul quale ha ruotato tutta la sua lunga vita di studiosa di livello internazionale. Con la professoressa Cavallini scompare una illustre storica; a lei dobbiamo una bellissima edizione critica del Dialogo, l'opera dottrinale di Caterina da Siena, l'edizione critica delle Orazioni e molti altri saggi, spesso editi dalle Edizioni Cantagalli di Siena. Con la sua mente lucida e attenta, è stata un punto di riferimento costante e sicuro, fino alla fine della sua vita, per tutti coloro che hanno voluto approfondire il pensiero e l'opera di Caterina da Siena. I funerali si sono svolti il 31 marzo a Roma nella basilica di Santa Maria sopra Minerva, con una celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale George Cottier, teologo della Casa Ponticia; la santa messa è stata concelebrata dal maestro generale dei Domenicani, padre Aspiros Costa, dal priore provinciale, padre Giovanni Monti, dal priore della Minerva, padre Antonio Cocolicchio, mentre da Siena erano arrivati padre Lorenzo Fatichi, priore del convento di San Domenico, e Padre Christian Steiner. Il presidente dei Caterinati di Roma, dottar Aldo Bernabei, ha ricordato la professoressa Giuliana Cavallini, portando le condoglianze del Priore Generale professor Paolo Nardi e di tutti i membri dell’Associazione Intemazionale dei Caterinati. La salma della professoressa Cavallini è stata tumulata nella cappella delle Missionarie della Scuola presso il cimitero del Verano a Roma».  
    (da: La Patrona d'Italia e d'Europa, N.2, aprile-giugno 2004) - Breve profilo biografico della Professoressa
     Giuliana Cavallini:
     «Era nata a Roma il 30 gennaio 1908. L'approccio con Santa Caterina risale alla sua infanzia e presto cercò di conoscere gli scritti della Santa. Il 14 settembre del 1938 fece la professione religiosa nell'Unione delle Missionarie della Scuola dove ricoprì vari importanti incarichi. Dal 1968 collaborò attivamente con la Serva di Dio Luigia Tincani, nella veste di Direttrice del Centro Nazionale di Studi Cateriniani.
     Nel 1934 consegue il Certificate of Profiency in English presso l'Università di Cambridge; successivamente divenne allieva di Natalino Sapegno e si laureò all'Università La Sapienza di Roma nel 1945. Si dedica all'insegnamento; e dal 1946 al 1977 è al Lettorato di lingua inglese all'Istituto Pareggiato di magistero "Maria SS. Ma Assunta di Roma (oggi Libera Università Maria Santissima Assunta). Insegna letteratura e Storia al liceo Armanni di Gubbio, Italiano all'Albertus Magnus College di New Haven nel Connetticut (1960-61), Italiano e Latino al College of St. Elisabeth, Convent Station, New Jersey (1961-1962), Lettura ed esposizione di scrìtti cateriniani, in inglese, alla Dominìcan House of Studies, in Roma dal 1978 per dieci anni, e Spiritualità cateriniana, con corsi semestrali in italiano e in inglese presso l'Università pontificia S. Tommaso d'Aquino in Urbe dal 1981 al 1986.
     Fra le sue numerose pubblicazioni ricordiamo: I fioretti di Fra ' Martino, Le cose visibili e invisibili, San Domenico e i suoi frati nella spiritualità cateriniana, Catherine of Siena, Luoghi cateriniani a Roma, scritto in collaborazione con la professoressa Diega Giunta. Ma a Giuliana Cavallini dobbiamo l'edizione critica del Dialogo di Santa Caterina, l'edizione critica delle Orazioni ((1978 e 1993) e La Verità dell'Amore del 1978.
Come Direttrice del Centro Nazionale di Studi cateriniani la sua attività è stata instancabile. Possiamo dire che ha portato il pensiero ed il messaggio di Caterina nel mondo. Cicli di sue conferenze, le troviamo negli Stati Uniti, in Pakistan, in Polonia dove cercò di sensibilizzare alla richiesta della proclamazione di Santa Caterina a Compatrona d'Europa.
     Fino all'ultimo giorno ha contribuito all'attività del Centro Nazionale di Studi cateriniani sempre disponibile e pronta a rispondere a tutti coloro che si rivolgevano a lei per quesiti o consulenze.
     A lei dobbiamo un singolare intervento e cioè il recupero della Cappella del transito di Santa Caterina da Siena, posta a Roma in piazza Santa Chiara, 14. La Cavallini si adoperò, attraverso il Ministero dei Beni culturali affinché questo luogo fosse recuperato e utilizzato, tanto che oggi ospita la biblioteca del Centro.
     Durante la sua vita ha avuto molti riconoscimenti fra i quali la Targa d'onore da parte del Senato Accademico della pontificia Università San Tommaso d'Aquino.
     L'Archivio del Centro Nazionale di Studi cateriniani conserva e custodisce tutta la ricchezza dell'attività di Giuliana Cavallini per la sua santa Caterina, da lei amata con vero affetto come sua Madre e Maestra, con quotidiana fedeltà per tutta la sua non breve esistenza».


6-7 marzo 2004- VEN. ARCICONFRATERNITA  DI  S.CATERINA DA  SIENA  
   Via Monserrato, 111 –
00186 Roma;  tel.06 6864236 -06 6865858
«Se sarete quelli che dovete essere metterete fuoco in tutta Italia»

   All’Assemblea annuale dell’Associazione Internazionale dei Caterinati: Siena, 6-7 marzo 2004.
   Amici Caterinati, nei primi anni del ‘500 alcuni senesi dimoranti a Roma si costituirono in società per aiutarsi scambievolmente nei bisogni: nasce allora la Compagnia della Nazione Senese con il patrocinio di S.Caterina, presso la cui tomba si radunavano; poco tempo dopo edificarono la chiesa in via Giulia che ancor oggi ci accoglie.
1)Presenza cateriniana all’interno dell’Arciconfraternita.
Abbiamo introdotto in ogni riunione della Congregazione generale e del Consiglio di amministrazione la lettura ed il commento di un’epistola; con essa ci rendiamo docili allo Spirito Dio che ci aiuta nell’ascolto e nel rispetto degli altri, pur nella diversità di opinioni. Tra le problematiche prevalgono ancora quelle inerenti alla gestione dell’immobile lasciato da antichi benefattori ma riserviamo sempre più tempo alla carità, al culto, alla devozione ed alla formazione.
2) Formazione.
E’ stato delineato un progetto formativo incentrato sulla conoscenza della persona e del messaggio di S.Caterina, che proponiamo a coloro che camminano verso l’ammissione all’Arciconfraternita e nel rito di vestizione. Il nostro abito è il “sacco” di colore bianco che indica la purezza come per S,.Domenico e S.Caterina. Su di esso poniamo la mantellina di colore bianco crema recante un ovale recante la Santa comunicata da Gesù.
La formazione spirituale dei Confratelli ha il momento forte nella meditazione della Parola di Dio, una delle cui forme è la Lectio Divina, da insegnare con la didattica della gradualità; la meditazione dovrà essere estesa al Dialogo, all’Epistolario ed alle Orazioni. Essa è la chiave di volta di ogni vera conversione a Dio, da sostenere con una robusta formazione.
      Nell’ambito della formazione si colloca la pubblicazione del volume “Caterina da Siena – Una Santa degli Europei” curata dal prof. Gian Carlo Boccardi per i tipi di Cantagalli, giunta alla II Edizione. E’ in preparazione un volume, dello stesso autore, recante i documenti storici che attestano la vita dell’Arciconfraternita in cinque secoli.
Accanto alla diffusione della Parola vocale e scritta dirò di quella visiva; nella nostra chiesa ci parla di Caterina l’affresco dell’abside, la pala d’altare, le tele delle cappelle, gli ovali, i tondi e gli stucchi della navata ove l’arte – riflesso delle bellezza di Dio – diventa Parola visibile che afferra l’anima del visitatore per farlo meditare.
      La Bibbia in immagini parla agli analfabeti come quella scritta ai dotti, come affermava il Padre della Chiesa S.Gregorio Magno; ciò è di grande attualità a causa dell’analfabetismo religioso.
In tale prospettiva domenica 21 marzo 2004 avrà luogo in chiesa la “Giornata di formazione artistico-teologica” per abilitare i partecipanti a guidare le visite di carattere eligioso-storico-artistico nella chiesa della propria Confraternita. Sarà illustrato il tempio con i suoi segni architettonici nel loro significati biblico-teologici, assenti nelle guide turistiche, edite in grande quantità e qualità, che si limitano al solo aspetto storico-artistico tacendo sui temi religiosi nel luogo più idoneo: l’edificio di culto.
Nel nostro Oratorio sono state tenute due conversazioni: una sulle vocazioni, curata da mons. Luca Bonari direttore dell’Ufficio vocazioni della CEI, l’altra sul tempo liturgico dell’Avvento del biblista prof. Ska. Si sono esibiti il Coro di S.Miniato di Siena ed il Coro dell’Associazione ex Ragazzi Cantori della Cappella Sestina. In questa sede desidero esprimere, anche a nome di tutti i Confratelli, un ringraziamento a S.E. mons. Antonio Buoncristiani e, per il passato, a S.E. mons. Mario Ismaele Castellano, per la gioia che annualmente sperimentiamo nella chiesa di via Giulia in occasione della chiusura delle Feste Nazionali Cateriniane che, con l’Arciconfraternita, coinvolge il Centro Nazionale Studi Cateriniani per la scelta dei testi declamati, l’Associazione dei Senesi e Grossetani a Roma per il momento artistico, le Sorelle dei Poveri di S.Caterina per l’animazione liturgica, il Gruppo Romano dei Caterinati presieduto dall’amico Aldo Bernabei al quale siamo vicini per la perdita della cara mamma.
3) Presenza cateriniana all’esterno.
L’Arciconfraternita è divenuta membro della Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia; ha partecipato al Cammino delle Confraternite del Lazio a Viterbo il 12.10.2003; si sta preparando al XIV Cammino delle Confraternite d’Italia a Genova dal 4 al 6 giugno 2004.
Desidero esprimere un ringraziamento ai Confratelli Caterinati dr. Aldo Becatti, vera anima dell’Arciconfraternita, ed al prof. Gian Carlo Boccardi, dalla vasta cultura, per la responsabile condivisione con il sottoscritto del governo del Pio Sodalizio il quale, perseguendo gli scopi prima citati, si fa apostolo per additare il Ponte di salvezza dai gorghi del fiume.

                                                                                Il Governatore (Paolo Vannoni)

-Storia dell'Arciconfraternita di S.Caterina in Roma:
  
Ebbe origine a Roma quando un gruppo di senesi lì residenti decise di fondare un'associazione denominata "Compagnia della nazione senese", un "sodalizio" che aveva lo scopo di favorire nuove conoscenze e soprattutto "riunirsi ed aiutarsi fraternamente fra cittadini dello stesso Stato". Nel 1736, grazie a Clemente XII, questa primitva compagnia era diventata arciconfraternita. Nel 1526 venne edificata la chiesa dedicata a S.Caterina (sulla via Giulia), su progetto del Peruzzi e arricchita da interventi dei più grandi artisti dell'epoca. Nella seconda metà del Settecento fu demolita perchè pericolante; successivamente l'architetto Paolo Posi ne costruì una più grande. Nonostante il saccheggio subito nel 1798, la chiesa mantenne molte importanti opere d'arte che ne hanno fatto un monumento di grande interesse. (da: Quaderno 109-111, L'Archivio della Compagnia di S.Caterina 1792 - 1970, Tesi di Sonia Bacci- Nota n.29, p.34).

    La storia dell’Arciconfraternita di Santa Caterina a Roma è stata racchiusa in un libro Lavorando in tre vigne”, curato dal professor Giancarlo Boccardi, pubblicato dalle Edizioni Ponte Sisto di Roma, 2006, con il contributo della Fondazione Monte dei Paschi di Siena. Il libro è stato presentato domenica 19 febbraio 2006 nella sala del Pellegrinaio del Santa Maria della Scala, nell’ambito delle iniziative culturali legate alla mostra «Siena e Roma. Raffaello e Caravaggio e i protagonisti di un legame antico». La manifestazione ha fatto da corollario al Consiglio generale dell’Associazione internazionale dei Caterinati (sabato 18 febbraio 2006, Sala Capitolare del chiostro di San Domenico).
  - Alla cerimonia di presentazione hanno parlato il Rettore del Santa Maria della Scala dottoressa Anna Carli, il Priore generale di Caterinati professor Paolo Nardi, l’Assistente Ecclesiastico Padre Alfredo Scarciglia, il Priore dell’Arciconfraternita dottor Paolo Vannoni e l’autore del libro professor Giancarlo Boccardi. Molti i convenuti, da Roma è stato fatto addirittura un pulman,  tanto che il Pellegrinaio era gremito di persone.
   “Lavorando in tre vigne” è il titolo dell’opera, dove le vigne, di cateriniana memoria, sono quella dell’anima nostra, quella del nostro prossimo e quella della Santa Chiesa. E proprio il lavoro in queste tre vigne, dei confratelli e delle consorelle durante i cinquecento anni di storia dell’Arciconfraternita,  sono l’argomento del libro.
    Il volume approfondisce i rapporti fra Siena e Roma, è una narrazione storica per comprendere che il sodalizio fa parte di una storia più grande di cui i confratelli e le consorelle   hanno fatto parte recitando un ruolo importante e svolgendo un grande servizio caritativo di solidarietà fraterna.
    “Questo libro ci aiuta a capire perché le persone si sono riunite in congregazione – ha detto il professor Boccardi, - sottolinando come la Nazione senese in Roma si sia sempre più accresciuta, vuoi perché nel corso dei secoli i senesi, sia per motivi di lavoro, sia per motivi di persecuzione politica o altro, si rifugiavano a Roma, creando così un gruppo di persone che fra loro si aiutavano e che fraternizzavano in nome della Santa senese Caterina da Siena.
    I documenti, consultati per la stesura di questo libro, sono tutti conservati nell’archivio storico della Arciconfraternita e il lavoro del professor Boccardi è consistito proprio nell’addentrarsi in questi documenti, studiarli e scrivere ciò che il suo studio delineava.
    Indubbiamente la solidarietà fraterna è stato il motivo principale che ha animato la vita di questa antica istituzione romana figlia di Siena, che non ha assolutamente cessato la sua vita, ma che guarda al futuro con fiducia, mantenendo la memoria di un grande passato,  cercando di cogliere i segni dei tempi.
                                                                              (Franca Piccini , da  La Patrona d'Italia e d'Europa, N1 - 2006)

UN  LEGAME LUNGO SECOLI:  SIENA – ROMA


    

 

 

     (15.04.2007 domenica in Albis - pellegrinaggio da Roma a  Siena, guidati dal Governatore Paolo Vannoni)

     La Confraternita di Santa Caterina da Siena in Roma fu istituita nel 1519 con un ordinamento laico, impregnato di forte spiritualità. I confratelli e le consorelle si riunivano all’inizio, presso la tomba di Santa Caterina nella Cappella Capranica nella basilica di Santa Maria sopra Minerva, fra i doveri vi era quello di aiutarsi reciprocamente fra aderenti all’istituzione.

     Verso la prima metà del XVI secolo si decise di costruire una chiesa propria dove poter riunirsi e pregare, fu individuata la parte sud di via Giulia, nella zona che fin dal medioevo era conosciuta come Castrum Senese proprio perché abitata da senesi fuoriusciti da Siena, per vari motivi come condanne penali, persecuzioni politiche, religiose ed altro.

     Grazie a numerose donazioni, fra cui quella di Agostino Chigi di 4000 scudi, la Confraternita potè acquistare alcune case e botteghe in via Giulia, e costruirci la chiesa e l’oratorio, su disegno dell’architetto senese Baldassarre Peruzzi.

     Di questa chiesa tutto andò distrutto con il restauro del 1760, rimasero solo i documenti di archivio, fu solo nel 1766 che si ebbe la riedificazione totale per volere di papa Alessandro VII (senese, al secolo Fabio Chigi), eseguiti su disegno dell’architetto senese Paolo Posi e fatti eseguire su volere del cardinale Scipione Borghese.

Intorno al primo nucleo  di edifici di proprietà della Confraternita, oltre alla chiesa e all’oratorio, fu acquisito uno stabile con fronte su via Monserrato che fu riedificato a similitudine  della casa natale di Santa Caterina in Siena.

     L’arciconfraternita di Santa Caterina a Roma, ha pubblicato un libro che racconta la storia di questa Istituzione, cinquecento anni di vicende e di eventi. Il volume, pubblicato nel 2005 a cura del professor Giancarlo Boccardi, ha per titolo “Lavorando in tre vigne” ed è uno spaccato di storia e di vicende che si intrecciano fra Siena e Roma ricostruite attraverso le carte conservate presso l’archivio storico della Confraternita; uno sguardo al passato per raccogliere le sfide del futuro e  per leggere i segni dei tempi.

     La Confraternita fu elevata al grado di Arciconfraternita dal Pontefice Clemente XI nell’anno 1736 e mantiene tuttora le motivazioni etiche  e sociali, in forme statutarie via via adeguate all’evolversi dei tempi, “che ne determinarono la costituzione nel XVI secolo: solidarietà e cammino spirituale comune e l’esigenza ancor più attuale, oggi, di riacquistare una misura umana del vivere con il prossimo”.

In questa chiesa sono esposte le bandiere di tutte e diciassette le contrade del Palio di Siena, proprio a significare che questo è il luogo di preghiera  della “nazione senese” a Roma.
                                                                                                                                      ( Franca Piccini)

Pubblicazioni:
- Caterina da Siena- Una santa degli europei, di Giancarlo Boccardi; ed. Cantagalli Siema,
   2003.
- I sei compatroni d'Europa e la carità intellettuale - Atti del Seminario di studio, Roma -Lumsa
   15.03.2003; ed. Aracne, Roma  2005.
- Lavorando in tre vigne. Cinquecento anni di storia dell'Arciconfraternita della nazione 
  senese in Roma, di Giancarlo Boccardi, ed. Ponte Sisto Roma, 2006.

-
  Quaderno N. 14-: La "Deus caritas est" in Caterina da Siena - con contributi di S.Em. Cardo Georges M. Cottier 
   o.p., François-Marie Léthel o.c.d., Aldo Bernabei,Maria  Grazia Bianco, Guido Mazzotta, Lidia Ciabattini, 
   Giuseppe Dalla Torre, Diega Giunta, Nicolina Jorio,Giancarlo  Boccardi.
- Quaderno n.15 - Caterina da Siena a Roma, 630° dell'arrivo (1378-2008), ed. 2008;